28 agosto 2017
28 ago 2017

CMR – Prima professione religiosa

di  Peter Ibe, scj

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Dal del 12 agosto 2017 la Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore in Camerun ha dei nuovi figli.

CMR-1-prof 2017_2

La celebrazione della prima professione religiosa dei suddetti confratelli ha avuto inizio con la processione iniziata alle 9 del mattino, alla presenza di 36 confratelli, dei familiari e di molti amici, tutti benvenuti. Tra i confratelli c’erano 18 sacerdoti, 2 professi perpetui e 18 confratelli di voti temporanei. L’occasione è stata onorata della presenza di ospiti speciali, come il Consigliere Generale per l’Africa, p. Léopold Mfouakouet, p. David Tachago, ex maestro dei novizi, e Albert Lingwengwe, ex consigliere generale per l’Africa. Tra i confratelli di voti temporanei, vi erano anche tre che stanno studiando in Germania.

CMR-1-prof 2017_3

Il padre Jean Marie Signié, Superiore Provinciale, come celebrante principale, era affiancato dai padri Léopold e David.

CMR-1-prof 2017_4

La prima lettura, presa dal libro di Geremia 1,4-10, ha insistito sulla vocazione come un dono speciale di Dio. Il vangelo, tratto dal vangelo di Matteo 19,16-20, parla del giovane ricco. Nella sua omelia padre David Tachago ha insistito nel sottolineare il nostro ruolo di guida per aiutare i giovani fratelli a rispondere alla chiamata di Dio. Questa chiamata alla santità e all’amore è di fatto per ogni cristiano, ma le risposte ad essa sono differenti. Per i consacrati e i sacerdoti, tale risposta è attraverso il celibato.

CMR-1-prof 2017_5

Egli ha invitato i genitori a ricordare che ora i loro figli appartengono alla Chiesa. Il rito della professione è iniziato con l’invito rivolto ai novizi e il dialogo tra loro e il superiore provinciale, seguito dalla professione vera e propria. Al termine del rito, anche i fratelli di voti temporanei hanno rinnovano i loro voti. L’evento è stato allietato anche dalla presenza di alcuni confratelli che hanno fatto la loro prima professione nella stessa chiesa 30 anni fa. Dopo il rito della professione, la celebrazione eucaristica è continuata.

CMR-1-prof 2017_6

Alla fine della messa, i nuovi professi non hanno mancato di mostrare la loro profonda gratitudine verso tutti coloro che li hanno maggiormente aiutati nella loro formazione fino ad oggi.

La messa, che si è conclusa quasi alle 11:30, è stata seguita da una serie di foto ricordo dell’occasione e poi dal rinfresco organizzato nel noviziato della Maison du Sacré-Coeur di Ndoungué.

CMR-1-prof 2017_7

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter