26 febbraio 2018
26 feb 2018

Giovani Dehoniani di Spagna sul cammino Quaresimale

di  Maria Ceraolo

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

La Delegazione di Pastorale Vocazionale della provincia di Spagna, è sempre molto attenta nel cercare metodologie di lavoro che incuriosiscano e coinvolgano i giovani negli eventi più significativi. A tale scopo è stato pensato un percorso formativo quaresimale denominato Operazione Resurrezione, che si avvale di materiale davvero interessante, e si propone di accompagnare e stimolare i giovani a vivere la Quaresima con spirito di donazione e di vicinanza a Cristo. P. Ángel Alindado, coordinatore della suddetta Delegazione, attraverso una intervista che gli è stata fatta in questi giorni, e che riportiamo qui sotto, ce ne parla più nel dettaglio.

ESP proposta-quar_1

Quest’anno è stato utilizzato lo slogan Operazione Ressurrezione, come se la Quaresima fosse un seminario. Perché è stata scelta questa relazione con Operazione Trionfo?

Mentre stavamo preparando i materiali che avrebbero accompagnato i passi dei giovani, abbiamo immaginato la Quaresima come un Seminario della Parola di Dio, dove Dio, come vero maestro, ci insegna come interpretare la nostra vita, quali passi fare o quale musica scegliere di suonare come sottofondo del nostro vivere quotidiano. La verità è che il programma Operazione Trionfo, che ha riunito i giovani che lo hanno conosciuto quest’anno per la prima volta e quelli più adulti che lo hanno vissuto nella loro giovinezza, ci sembrava una metafora molto interessante e suggestiva per vivere questa Quaresima in pieno e far giungere il messaggio a un pubblico più ampio.

Abbiamo, inoltre, approfondito il motto di quest’anno, “Non temere l’impossibile”: la Risurrezione, un autentico “impossibile” agli occhi di molti, una meta irraggiungibile per altri, è una conseguenza dell’abbandono di Gesù, della sua via, della sua costanza nella misericordia e nella giustizia, della sua perseveranza. La Quaresima di Gesù e la nostra Quaresima possono quindi essere una vera scuola.

Riassumendo: il Maestro, Gesù; gli alunni, ognuno di noi; la melodia, la Parola di Dio; gli strumenti per approfondirla, il Cammino della Croce (Via Crucis), la Riconciliazione, le pratiche quaresimali.

ESP proposta-quar_2

I materiali della Delegazione di Pastorale Vocazionale nei differenti tempi liturgici, sorprendono sempre per la loro originalità. Come sono stati ricevuti quelli della Quaresima e Pasqua di quest’anno, soprattutto da parte dei giovani?

Siamo ancora nei primi passi di questa Quaresima per poter valutare la loro accettazione. È vero che ci piace giocare, almeno una volta all’anno, col fattore sorpresa e sempre si incontrano giovani che vengono attirati dal linguaggio che usiamo. Allo stesso tempo, i catechisti, persone di altre congregazioni e diocesi, scuole cattoliche, affermano che i nostri materiali non sono solo una “scintilla” inziale, ma racchiudono un forte contenuto biblico, preghiera e riflessione. Possiamo dire che sono materiali “di fondo”, nei quali tutti possono trovare un messaggio di Dio per la propria vita quotidiana e per il proprio cammino, in questo caso quaresimale.

Con l’Operazione Resurrezione di quest’anno, che invito viene fatto a tutta la Famiglia Dehoniana?

Il nostro invito è un invito diretto a guardare alla Resurrezione e alla Croce. L’immagine che usiamo, che imita il logo di Operazione Trionfo, nasconde alcuni messaggi, come quello della T che è una croce… e la O che rappresenta la lapide del sepolcro. Il nostro cammino ha il suo punto culminate qui: ma non dobbiamo dimenticare che la Resurrezione è unita al dono senza misura, alla Croce di Gesù, a un amore appassionato e appassionante. Forse è questo il messaggio principale: non dobbiamo avere paura di donarci interamente, nonostante la certezza delle croci, che arriveranno, come sono arrivate per il Maestro.

Una precisazione: i materiali sono frutto di una missione condivisa, di una “famiglia”. Sempre, da diversi anni, già da prima che si parlasse di missione condivisa, l’Equipe Pastorale Giovanile è stata alla base degli slogan e degli adattamenti ai tempi liturgici. Credo che da qui nasce il suo “successo”: sono materiali nati in una comunità giovane dove giovani laici e religiosi condividono la loro passione per portare il messaggio al mondo di oggi.

Quest’anno è stato usato un codice “QR” per ascoltare una canzone legata alla melodia del Vangelo. Chi ha suggerito questa novità? Come è nata questa idea?

Non è la prima volta che usiamo un codice QR nei materiali, anche se è la prima volta che lo usiamo in maniera così forte. Stavolta speriamo che qualcuno, soprattutto i giovani, oltre al messaggio che può raggiungerli attraverso la rete o i manifesti (dove appare sempre un messaggio chiaro e una piccola riflessione), possano accedere a una “melodia” che accompagna la settimana o il Vangelo della Domenica. Ci sembrava un modo veloce per poterlo fare e per facilitare un piccolo momento di preghiera attraverso la musica cattolica.

Infine, cosa vorresti dire a tutta la Famiglia Dehoniana che vivrà questo tempo di Quaresima.

Che lo vivano con almeno una piccola parte della passione che mise Dio stesso nel suo cammino verso la Croce e la Resurrezione. Solo così, con un po’ di passione, la vita “suonerà” diversamente.

Consulta i materiali della Quaresima sul sito web dei Giovani Dehoniani.

(Testo e traduzione: Maria Ceraolo)

 

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter