San Giovanni27 Dicembre

Con cuore aperto » 27 dicembre 2021

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

San Giovanni, Apostolo ed Evangelista. Figlio di Zebedeo (Mc 1,20; Mt 4,21), fratello di Giacomo il maggiore (Lc 5,10), discepolo di Giovanni Battista (Gv 1,35-41), è fra i primi a passare alla sequela di Gesù. E’ il discepolo prediletto che nell’ultima cena posò il capo sul petto di Gesù (Gv 13,23-25). Testimone della trasfigurazione (Mt 17,1) e dell’agonia del Signore (Lc 14,33), è presente ai piedi della croce, dove Gesù gli affida la Madre (Gv 19,26-27). Insieme a Pietro vide il sepolcro vuoto e credette nella risurrezione del Signore (Gv 20,1-9). Evangelista teologo, penetra profondamente il mistero del Verbo fatto uomo, pieno di grazia e di verità (Gv 1,1-14). Nella prima lettera, vertice di tutta la teologia sapienziale, ci dà la più alta definizione della divinità: Dio è amore (1 Gv 4,8). Esiliato nell’isola di Patmos, fu rapito in estasi nel giorno del Signore (Ap 1,9-10) ed ebbe le visioni che descrisse nell’Apocalisse, ultimo libro del Nuovo Testamento. La sua memoria il 27 dicembre è ricordata in un «Breviario» siriano della fine del sec. IV e nel martirologio geronimiano (sec. VI). P. Dehon scrisse: San Giovanni fu formato come modello dei Sacer­doti del Cuore di Gesù soprattutto nel Cenacolo e sul Calvario. Sul Cuore ardente d’amore del suo divin Maestro e sotto la croce, Giovanni divenne vittima del Cuore di Gesù, vittima d’amore e di riparazione” (DSP 57).

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter

Invio email a dehoniani.org
Dichiaro di aver letto e compreso la Privacy Policy.