02 maggio 2016
02 mag 2016

Tesori della Congregazione – Scritti del Fondatore

di  Józef Golonka, scj

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

archivio 2-1_IT

La biblioteca della Congregazione contiene tanti tesori sia spirituali, sia storico – scientifici. Tra quelli spirituali possiamo includere parecchi stampati degli scritti di P. Dehon, il nostro Fondatore. Possiamo vantare di una bella raccolta di scritti del Fondatore tradotti anche in diverse lingue: inglese, italiano, spagnolo, portoghese, polacco, ecc.

archivio 2-1

Padre Giuseppe Manzoni, primo direttore del Centro Studi Dehoniani, sul suo libro Leon Dehon e il suo messaggio, così scrisse sui libri del Fondatore: “L’insegnamento di P. Dehon nei suoi libri spirituali è incentrato sulla carità. Questa è la vera originalità di P. Dehon. Le sue opere spirituali sono prevalentemente, nati da esigenze concrete e destinati a migliorare la vita dei suoi lettori. E’ Vangelo applicato alla vita”. A volte cerchiamo i libri straordinari per le nostre meditazioni, ma non conosciamo quello di cui ci parla il Fondatore. Ovviamente i suoi scritti sono del secolo XIX, ma hanno la loro profondità che possiamo scoprire e riflettere per approfondire la spiritualità scj. Il valore dei scritti di Padre Dehon è stato riscoperto dai confratelli della comunità della casa di accoglienza e dei ritiri spirituali a Clairefontaine in Luxemburgo, che hanno deciso di fare la ristampa dei libri di meditazione di Padre Dehon. Tra di essi ci sono: Le Coeur sacerdotal de Jésus; La Retraite du Sacré-Cœur; Mois du Sacré-Coeur de Jésus; Cournnes d’amour au Sacré-Cœur; De la Vie d’amour envers le Sacré-Coeur de Jésus. Dove era necessario il testo dei libri é stato coretto ma non cambiato.

Padre Dehon non è un scrittore spirituale, ma un maestro di vita spirituale che insegna con la vita e con tutte le opere che ha fondato. La sua spiritualità scaturisce soprattutto dalla vita vissuta, dalla vita interiore, dal profondo dialogo intimo con il Signore. Scrivere e parlare di spiritualità può essere molto facile. Più difficile è dare l’esempio di vita. Qui possiamo costatare che il Fondatore scrive tutto quello che medita ed esercita nella sua vita. Non si può negare la sua intimità con il Cuore di Gesù, che è una caratteristica della vita spirituale. La sua collaborazione con la grazia di Dio, la serenità, la calma, le ritroviamo nelle varie meditazioni. Nell’epoca piena dell’individualismo ed egoismo noi Dehoniani siamo chiamati ad essere portatori della carità e dell’amore di Gesù Cristo. L’amore che scaturisce dal Cuore di Gesù e con la sua generosità in abbondanza versa la sua misericordia. ” Il culto del Cuore di Gesù – scrive P. Dehon – per noi non è una semplice devozione, ma un vero rinnovamento di tutta la vita cristiana e l’avvenimento più importante dopo la redenzione. Questo pensiero guida tutti gli sforzi del nostro apostolato ed è, del resto, la ragion d’essere di questa rivista” (OSc, I, 7). Questa è la bellezza della nostra vita dai dehoniani: entrare nella profondità del Cuore di Gesù pieno d’amore misericordioso e portarlo alla Chiesa, inserendosi nel progetto della Nuova Evangelizzazione. Quel progetto ci spinge ad entrare nella lettura delle meditazioni di P. Dehon sia nei testi originali, sia nelle traduzioni. E anche ci rafforza il coraggio di tradurre gli scritti in varie lingue.

archivio 2-2

Vorrei qui presentarvi lo sforzo della provincia polacca che ha iniziato a tradurre gli scritti di P. Dehon, soprattutto la collana: Notes Quotidiennes. Già è uscito il primo volume con il titolo: Zapiski codzienne, tom1 1867-1894. Facendo le traduzioni degli scritti del Fondatore offriamo ai confratelli la possibilità di conoscere di più la personalità del nostro Venerabile Padre Fondatore Leone Dehon.

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter