30 gennaio 2017
30 gen 2017

Mymission: giovani europei per la missione dehoniana

di  Daniele Gaiola, scj

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

mymission-napoli 3

Si è svolta nella splendida cornice di Marechiaro, a Napoli, la settima edizione dell’Incontro Europeo dei Giovani Volontari per la Missione (Mymission) (20-22 gennaio 2017). Dopo Lisbona, Bologna, Porto, Salamanca, Foligno e Puente La Reina, l’iniziativa, sostenuta dal Governo Generale dei Dehoniani e dalle rispettive Province Europee, ha compiuto 4 anni. Cinquanta i giovani convenuti

mymission-napoli 1

Progetti per l’estate

Nei tre giorni di condivisione, sono stati presentati i programmi dei progetti di missione per l’estate 2017, e si è fatta una retrospettiva dei progetti in atto. Foto e video hanno aiutato la conoscenza delle iniziative sviluppate in Polonia, Germania, Albania, Mozambico, Angola, Ecuador e Camerun. Grazie anche all’incontro con l’Organizzazione Non Governativa “Laici Terzo Mondo”, presente in Camerun, Madagascar e Benin, sono stati descritti i progetti di accoglienza nel territorio napoletano, per gli extra-comunitari richiedenti asilo in Italia. Si sono viste criticità e contraddizioni. Le destinazioni proposte per la prossima estate sono: per l’Africa: Mozambico (Alto Molocue e Invinha), Camerun e Angola (Luena e Luau); per l’America Latina, l’Ecuador (Quito e Bahia de Caraquez); per l’Europa, l’Albania.

mymission-napoli 2

Confronto con il territorio

Il gruppo ha visitato il Rione Sanità, insieme alla basilica di Santa Maria della Sanità e le Catacombe di San Gaudioso, importante patrimonio culturale paleocristiano del V secolo. Qui si è tenuto l’incontro con il missionario Comboniano Alex Zanotelli. Ha reso la testimonianza della sua esperienza nella discarica di Nairobi in Kenia e ora nella realtà di Napoli. Ha posto l’accento sulla situazione critica della realtà napoletana, e sull’importanza di portare la missione anche nei nostri territori.

mymission-napoli 5

Valore delle esperienze missionarie

Nei lavori di gruppo c’è stata la possibilità di chiarire il senso delle esperienze estive missionarie. Non sono “vacanze a basso costo”, ma tempo di condivisione con le comunità missionarie che accolgono i giovani integrandoli nei propri progetti. Le esperienze non sono costruite sul “fare”, ma sul “vivere”; non sono finalizzate ad andare ad insegnare qualcosa, ma a condividere quello che si è; non un’avventura da safari, ma un percorso di vita che segna la storia di chi le vive.

Il prossimo incontro si terrà a Valencia (Spagna), dal 28 al 30 aprile 2017. Parteciperanno coloro che avranno deciso la destinazione e si saranno opportunamente formati. “Hasta luego”!

mymission-napoli 4

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter