23 dicembre 2016
23 dic 2016

Nuova “casa madre” in Indonesia

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

INA blessing-1

Il desiderio della Provincia Indonesiana di avere una “Casa Madre” (una Casa Provinciale) si è realizzato. Negli ultimi anni i Sacerdoti del Sacro Cuore, presenti nella parte meridionale di Sumatra a partire dal 1924, hanno sentito il bisogno di avere una “casa” in grado di soddisfare le esigenze dei confratelli.

INA blessing-4

Il 14 dicembre del 2016, durante una celebrazione eucaristica, è stata finalmente impartita la benedizione alla nuova Casa Provinciale. La celebrazione è stata presieduta da mons. Aloysius Sudarso SCJ (Arcivescovo di Palembang) e concelebrata da P. Alexander Sapto Dwi Handoko SCJ (Superiore Provinciale), P. Paulus Sugino SCJ (Consigliere Generale), P. Andreas Madya SCJ (ex-Provinciale) e P. Mark Fotner SCJ proveniente dagli Stati Uniti.

La sera precedente i nostri vicini, in maggioranza musulmani, hanno organizzato una preghiera comune. Quella che noi chiamiamo “Kenduri”, o più semplicemente festa. I nostri vicini sono molto disponibili nei nostri confronti e hanno accolto con gioia la nascita della nuova casa provinciale.

INA blessing-6

“Era da molto tempo che attendevamo una casa adatta alle nostre esigenze – ha detto P. Alexander Handoko SCJ – e questa merita davvero di divenire la nostra nuova “casa madre”. Si è resa necessaria, perché la Provincia Indonesiana ha ricevuto un grande dono da Dio, quello di avere moltissime vocazioni. Per questo i membri della Provincia stanno aumentando anno dopo anno”.

P. Paulus Sugino ha aggiunto che questa “casa madre” deve essere per i dehoniani come un luogo sicuro, come lo è la madre per i bambini, e da essa devono trarre la forza per crescere, proprio come i bambini la traggono dalla propria madre. Un luogo confortevole per stare insieme, condividendo la nostra esperienza di fede, ma anche un luogo di soggiorno per il Superiore Provinciale e il suo Consiglio.

INA blessing-5

Il sig. Mascik, rappresentante del governo locale, si è augurato che la casa possa essere un luogo aperto e a disposizione di chiunque, soprattutto degli abitanti del luogo, e che i membri di questa casa possano mantenere alto lo spirito di pace e di tolleranza.

Che lo spirito del Sacro Cuore di Gesù diventi il segno distintivo di questa casa, in modo che possa divenire un luogo accogliente per chiunque abbia bisogno di aiuto!

 

Ecco le foto della inaugurazione:

“Kenduri” o festa

La benedizione e la inaugurazione della ‘Casamadre’

La casa Provinciale Indonesiana

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter