08 febbraio 2018
08 feb 2018

Pensando all’estate…

di  Maria Ceraolo

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

POR my-mission_01-2018_4

La programmazione per tempo e la preparazione adeguata in vista di impegni importanti, sono sempre un’ottima garanzia affinché tutto venga fatto nel migliore dei modi. E se tali impegni importanti coinvolgono un gran numero di giovani, allora tutto assume una rilevanza maggiore e diventa motivo di gioia.

E il Meeting per il Volontariato Internazionale Dehoniano che si è svolto presso il Centro di Spiritualità di Alfragide-Lisbona (Portogallo), fa parte di questa programmazione e preparazione.

POR my-mission_01-2018_2

Si tratta del primo incontro organizzato in vista degli impegni previsti per la prossima estate. Impegni di tipo missionario che i giovani volontari dehoniani hanno deciso di assumere, con grande spirito di altruismo e voglia di cooperazione, e che li ha visti riuniti insieme, provenienti da diverse parti di Europa: portoghesi, spagnoli, tedeschi, italiani.

83 giovani che durante il fine settimana appena trascorso hanno avuto modo di prendere visione dei diversi progetti di volontariato che la Congregazione vuole mettere in atto e ascoltare le testimonianze dirette di chi ha già avuto modo di fare questa esperienza di recente. I luoghi di destinazione dove svolgere la propria attività di volontariato sono molteplici, in diversi luoghi del mondo che vedono i Dehoniani presenti nei diversi ambiti di apostolato. Ma oltre a un volontariato in luoghi lontani, è stato spiegato ai giovani partecipanti – attraverso diversi workshop – come si può essere volontari pur senza allontanarsi troppo dall’ambiente in cui si vive, mettendosi a disposizione di coloro che ne hanno bisogno e che si trovano nel nostro stesso ambiente quotidiano, mettendo in pratica la voglia di volontariato che questi giovani dimostrano.

La prossima tappa di preparazione del programma di Volontariato Internazionale Dehoniano prevede un incontro per il 27 aprile 2018 a Padova (Italia). Lì i giovani avranno modo di proseguire nella loro formazione al volontariato e in quell’occasione saranno rese note le destinazioni dove verranno inviati a svolgere il proprio servizio.

 

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter