03 dicembre 2016
03 dic 2016

Termina l’Incontro dei Superiori Maggiori

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

 DSC 1194Il 2 dicembre, ultimo giorno dell’Incontro dei Superiori Maggiori, è stato il momento dei saluti per i partecipanti e durante il quale si sono condivise informazioni sul calendario della Congregazione nel corso dei prossimi due anni.

In primo luogo all’ordine del giorno c’è stata la prossima Conferenza Generale. I Superiori maggiori hanno approvato il tema proposto, il tempo ed il luogo. “La misericordia e gli insegnamenti sociali della Chiesa” è il tema di lavoro per la conferenza; altre specifiche saranno elaborate e diffuse nei prossimi mesi, dopo aver stabilito un comitato organizzativo.

DSC 1205Le Filippine ospiteranno la conferenza; questa avrà sede presso una struttura distante circa un’ora e mezza da Manila e anche se non sono state definite precisamente le date, è stata accantonata per questo evento una finestra temporale dal 18 al 28 luglio 2018.

Padre José Carlos Brinon, postulatore generale, ha aggiornato i Superiori in merito alle varie cause per la Congregazione. Tra quelle in corso grazie al suo ufficio, le cause di padre Juan Maria de la Cruz, padre André Prevot, padre Bernard Longo, padre Martino Capelli e il Vescovo Joseph Wittebols.

“La gente mi chiede: ‘Come procede questa o quella causa'”, ha detto padre José Carlos. “Io gli rispondo sempre ‘Tu preghi, preghi per queste cause?’ Dobbiamo ricordare queste cause nelle nostre preghiere sempre”.

DSC 1271

Il “cammino spirituale”

Padre John van den Hengel ha aggiornato i suoi compagni superiori sul cammino spirituale. Si tratta di un programma formativo scritto di quattro anni per introdurre i laici alla spiritualità dehoniana. È stato sviluppato tra il 2012 ed il 2015 dai teologi dehoniani di tutto il mondo. In questi quattro anni il testo è stato tradotto in italiano, inglese, francese, spagnolo e portoghese, anche se è necessario un lavoro finale per completare il progetto, che dovrebbe essere fatto il prossimo anno.

Ogni entità è la benvenuta – ha incoraggiato – per adattare la guida alla sua realtà. Padre John ha fatto l’esempio della Provincia degli Stati Uniti, dove David Schimmel, direttore degli Associati Dehoniani, ha sviluppato un programma di un anno dalle quattro guide. Il materiale non utilizzato nel primo anno può essere facilmente usato durante gli incontri di formazione nei prossimi anni.

“La cosa più utile è che ora abbiamo una serie di testi che possono aiutare qualsiasi gruppo che voglia cimentarsi nel progetto” ha detto padre Giovanni. “Si tratta di una sorta di compendio di spiritualità dehoniana, ma anche di un percorso che le persone possono seguire per fare proprio ciò l’eredità ed il carisma che ci ha lasciato padre Dehon. È un privilegio per noi presentarlo agli altri di modo che possa risultare utile per la Chiesa “.

DSC 1253Altri lavori della giornata hanno previsto discussioni sulla futura collaborazione tra le entità, tra cui una maggiore condivisione – o, più precisamente – uno scambio di dehoniani da un’entità all’altra per aumentare la presenza dehoniana nel mondo e costruire un maggiore senso di internazionalità: Sint Unum.

Fr. Heiner Wilmer ha parlato brevemente di come il Consiglio Generale organizzerà il calendario delle riunioni nei prossimi anni. Invece di impiegare mesi in primavera e in autunno per venire a Roma è molto probabile che si utilizzerà la teleconferenza per rimanere in contatto regolarmente.

Egli ha anche notato che il modello per le visite sarà simile a quello che è stato fatto durante la precedente amministrazione. Accompagnato da un membro del consiglio, il superiore generale si recherà in visita in ogni entità almeno una volta durante il suo mandato di sei anni. Poi, una riunione continentale seguirà la fine delle visite in quella zona.

Danke!

IMG 2417Nelle sue osservazioni conclusive padre Heiner ha notato che “ha avuto luogo un incontro molto intenso; sono grato al Signore perchè ci ha dato l’opportunità di vivere questo tempo di fraternità e di scambio comune. Mi auguro che si è trattato di un momento di crescita ricca e  di condivisione delle sfide comuni del nostro tempo”.

L’ultima parola del padre Generale è stata  in tedesco, la sua lingua madre: “Danke”.

E mentre i superiori hanno concluso il loro incontro, i segretari di entità hanno trascorso gran parte del pomeriggio visitando l’Archivio Segreto del Vaticano (nella foto, essi si trovano dinanzi alla porta agli archivi). Il loro workshop continuerà fino al 7 dicembre.

Clicca qui per visualizzare le foto del giorno, tra cui un concerto serale nella cappella e la celebrazione di chiusura.

Clicca qui per vedere tutte le foto dell’Incontro dei Superiori Maggiori.

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter