08 novembre 2019
08 nov 2019

Colloquio Internazionale sulla devozione al Sacro Cuore

di  Zeferino Policarpo, scj

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

2019-11-08

È iniziato questo pomeriggio a Roma, all’Hotel Villa Aurelia, il colloquio internazionale intitolato “La devozione al Sacro Cuore. Memoria – Corpo – Immagine – Testo. Continuità e Discontinuità ”, promosso dalla Congregazione dei Sacerdoti del Sacro di Gesù e dall’Università di Lucerna (Svizzera).

Numerosi confratelli dehoniani provenienti da tutto il mondo, laici, membri di congregazioni religiose dedicate al Cuore di Gesù e studiosi su questi argomenti, partecipano al simposio. In tutto ci sono oltre 120 partecipanti.

Dopo l’apertura dell’incontro fatta da P. Stefan Tertuente, direttore del Centro Studi Dehoniani, nel pomeriggio sono intervenuti cinque relatori che hanno condiviso le loro ricerche con l’Assemblea alla luce dei temi “Memoria, corpo ed emozione”. Devozione – Trasformazioni e dimensioni transculturali”.

Franziska Metzger dell’University of Teacher Education di Lucerna, ha parlato della dimensione linguistica, iconografica e rituale della memoria del Sacro Cuore. Secondo questa ricercatrice, le immagini rituali, come quelle del Cuore di Gesù, sono uno spazio di memoria.

Elke Pahud de Mortanges, della Albert-Ludwigs-University, di Friburgo, parlando del cuore di Gesù come corpo e incarnazione, ha sottolineato l’importanza del corpo come dimensione essenziale della Rivelazione, e del Cuore come luogo della memoria, rappresentazione fisica della passione.

David Morgan, della Duke University, di Durham, ha parlato dell’eros e della visione della devozione al Cuore e a Gesù e dell’importanza che San Giovanni Eudes e i Gesuiti hanno avuto nella diffusione di questa devozione nella Chiesa.

P. Antonio Viola, che lavora nella comunità dehoniana di Villazzano – Trento, ha affrontato l’importanza dell’iconografia come rappresentazione della Passione e come mezzo per sostituire il pellegrinaggio a Gerusalemme, tra il Concilio di Trento e le apparizioni di Paray-le-Monial.

Infine, Stefan Laube della Humboldt-University di Berlino, ha affrontato l’evoluzione della rappresentazione del cuore umano dal 17 ° secolo.

Il colloquio si terrà tutto il giorno domani, 9 novembre, e può essere seguito in diretta via streaming da questo indirizzo: http://sacredheartconference.org/#presentacion

Tra gli interventi previsti domani c’è quello del nuovo Cardinale D. Tolentino Mendonça, Archivista dell’Archivio Apostolico Vaticano e Bibliotecario della Biblioteca Apostolica Vaticana.

FOTO DEL COLLOQUIO seta

 

 

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter