11 aprile 2021
11 apr 2021

Incendio nella parrocchia di San Clemente nella Repubblica Democratica del Congo

Incendio nella parrocchia di San Clemente nella Repubblica Democratica del Congo
Nella notte di martedì 6 aprile 2020, la comunità dei Sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù è stata vittima di un incendio.
di  Kivahuka Faustin, scj

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Dopo aver celebrato le festività pasquali, la notte di martedì 6 aprile è stata una seconda prova per tutta la comunità dei sacerdoti del Sacro Cuore di Gesù della parrocchia di San Clemente a Kinshasa, RD Congo. Infatti, verso l’una di notte, mentre tutti dormivano, la chiesa della parrocchia di San Clemente è stata intenzionalmente incendiata da persone non ancora identificate.

La comunità religiosa si trova proprio accanto alla chiesa parrocchiale. Cinque sacerdoti religiosi del Sacro Cuore di Gesù prestano servizio in diversi settori come la pastorale parrocchiale, l’educazione nel gruppo scolastico “Giuliano Lever” dall’asilo alla scuola secondaria. La chiesa è anche circondata da vicini che lavorano al nostro fianco in una collaborazione di cui siamo grati.

Mentre il paese sta attraversando una situazione di insicurezza generalizzata, e le conseguenze di questa insicurezza si sentono ovunque, anche la nostra parrocchia è stata vittima di questa situazione. Martedì sera, 6 aprile, è stata una notte inquietante per la nostra parrocchia. Verso l’una di notte la comunità è stata sorpresa dalla fiamma e dal fuoco. E fino ad oggi, non sappiamo come e quando è iniziato. La comunità è stata allertata dal vicino di casa che avrebbe visto tre persone scappare dopo aver acceso il fuoco, e subito, la comunità aveva preso misure, con l’aiuto e il sostegno dei vicini, per spegnere l’incendio che fino ad allora era all’altezza delle porte della Chiesa. Allo stesso tempo, abbiamo informato la polizia che è arrivata sul luogo dell’incidente dopo che l’incendio era già stato controllato. Sul luogo dell’incidente sono state trovate tracce di benzina e di assi che erano state usate per appiccare il fuoco.

Questo tipo di incidenti non sono isolati. Diverse parrocchie, comunità religiose, hanno già subito alcuni attacchi. E in diverse regioni del paese, alcune diocesi e congregazioni hanno visto i loro sacerdoti aggrediti fisicamente o rapiti. E altri ecclesiastici sono scomparsi o sono stati assassinati. In un paese dove gli aspetti politici, economici e sociali sono in rovina, anche la Chiesa, che è l’unico rifugio del popolo, è diventata il bersaglio di persone malintenzionate. Preghiamo per la Repubblica Democratica del Congo affinché la pace arrivi nei cuori e nella società.
 

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter

Invio email a dehoniani.org
Dichiaro di aver letto e compreso la Privacy Policy.