03 ottobre 2017
03 ott 2017

Messaggio finale dell’incontro

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Presentiamo il messaggio finale che, i superiori maggiori dell’America Latina, hanno redatto a conclusione del loro incontro tenutosi in Paraguay dal 25 al 29 settembre 2017. Si trovano aperture verso il nuovo e desiderio di risposta alle sfide.

Messaggio finale dell’incontro dei Superiori Maggiori dell’America Latina

Durante questi giorni di incontro, in un clima di speranza e di fraternità animata dalla presenza del Superiore Generale e del suo Vicario, abbiamo condiviso la realtà delle nostre entità, valutato gli incontri vissuti come congregazione e progettato il nostro cammino in America Latina. Abbiamo pensato anche la nostra presenza missionaria in Uruguay, la possibilità di potenziare lo scolasticato internazionale di lingua spagnola, considerata la nuova sfida lanciata dal Superiore Generale per studiare la fattibilità della creazione di due nuove missioni in Messico e Colombia. Al tempo stesso si è colta l’importanza di continuare a riflettere sulla necessità di ristrutturazione delle piccole entità dell’America latina per rispondere alle nuove realtà. Insieme a tutto questo si è dato il via alla progettazione della seconda Conferenza Continentale affidata alla Provincia BRE. Si è vissuto come momento formativo una rivisitazione del seminario teologico di Yogyakarta, e in chiusura, insieme al Superiore Generale si definite le date delle visite canoniche alle nostre entità per l’anno 2019.

Siamo grati per l’accoglienza che ci hanno riservato i confratelli dalla missione del Paraguay. Abbiamo avuto l’opportunità di condividere diversi momenti di fraternità e celebrazioni con le comunità parrocchiali di San Isidro, San Julián in Limpio e Santa Teresita in Asunción.

Conosciamo sia le sfide che oggi il Signore mette davanti a noi, come pure le debolezze e i nostri limiti. Con speranza e abbandono vogliamo rispondere con fedeltà dinamica all’oggi di Dio. Uniti come congregazione al Cuore di Gesù, chiediamo ai nostri fratelli di pregare il Signore delle messe perché mandi nuovi operai e apra i nostri cuori per abbracciare con un cuore generoso e disponibile le sfide che si presentano.

A Corde Iesu
Superiori Maggiori America Latina

AM-LAT-sup-mag 2017-5

Articolo disponibile in:

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter