P. Robert Tucker

P. Robert Tucker

* 21.05.1952
† 23.01.2021
email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

Padre Robert Tucker è nato il 21 Maggio 1952 e aveva 68 anni. Ha emesso la prima professione il 25 Giugno 1975 ed è stato ordinato sacerdote il 16 Ottobre 1982.

Attualmente viveva in Chicago (Stati Uniti d’America). Apparteneva alla Provincia USA.

Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla (Sal 23,1)


 

Negli ultimi anni, P. Bob aveva lottato con una malattia respiratoria che ha portato ad un trapianto di polmoni lo scorso luglio. Non è stato in grado di riprendersi completamente dal trapianto ed è entrato in cure palliative poco prima della sua morte. P. Quang Nguyen, SCJ (vice superiore provinciale), P. Jim Schroeder, SCJ, (un membro della sua comunità al Sacro Cuore a Monastery Lake) e Mary Balistreri (direttore provinciale della sanità) erano con lui quando è spirato.

Il più recente incarico di P. Bob è stato con il gruppo di formazione della provincia. Ha avuto un ruolo fondamentale nella supervisione del trasferimento del progetto da Chicago al Monastero del Sacro Cuore di Hales Corners. Prima di questo, gran parte della sua vita è stata dedicata al ministero parrocchiale.

Il suo primo incarico è stato nella parrocchia di Santa Cecilia a San Antonio nel 1982. Da lì è andato nella sua città natale, Detroit, prestando servizio nella sua parrocchia d’infanzia di Santa Rosa da Lima. Ha anche lavorato a Milwaukee e a Houston nelle parrocchie di Santa Elisabetta Ann Seton e San Matteo. Prima di trasferirsi a Chicago, ha ricoperto il ruolo di membro del team pastorale che serve gran parte del Mississippi settentrionale attraverso le Missioni meridionali del Sacro Cuore.

Nel 2017 ha riflettuto sulla sua vocazione:

“La mia chiamata alla vita religiosa è stata alimentata dai sacerdoti del Sacro Cuore che sono venuti nella mia parrocchia di origine nel centro della città di Detroit. È stato allora che il mio amore per la liturgia ha cominciato a crescere. Rifletto spesso sul passo del Vangelo proclamato quando ho preso i miei primi voti con la congregazione del 1975: “Mentre Gesù era a tavola con loro, prese il pane, disse la benedizione, lo spezzò e lo diede loro. Allora i loro occhi si aprirono e lo riconobbero… Si dissero l’un l’altro: ‘Non ardeva forse in noi il nostro cuore mentre egli ci parlava lungo la via e ci apriva le Scritture? (Luca 24:30-32).

“Durante i miei 42 anni come membro dei Sacerdoti del Sacro Cuore ho ricordato e riflettuto spesso su questo passo. Vedo in questo passo ciò che il nostro battesimo e la nostra vita come dehoniani ci chiama a fare; cioè ascoltare e riflettere sulla Parola di Dio che parla ai nostri cuori. Per arrivare a conoscere Gesù nello spezzare il pane. Riconoscere Gesù nello spezzare il pane ci invia ad essere profeti dell’amore e servitori della riconciliazione.

“Come sacerdote, ho avuto il piacere di celebrare la meraviglia dell’amore del cuore di Gesù nella celebrazione della Messa. Ho lavorato come sacerdote a San Antonio, Detroit, Milwaukee, Houston e nel nord del Mississippi.

“È un privilegio essere con i nostri studenti e candidati religiosi nel loro percorso mentre discernono la loro chiamata nella vita ad essere un membro della Congregazione dei Sacerdoti del Sacro Cuore. La mia speranza è che sia possibile scoprire i cuori che ardono dentro di noi mentre Cristo parla ai nostri cuori e che arriviamo a conoscerlo nello spezzare il pane e a conoscerlo nei volti dei nostri fratelli e sorelle. Perché, come ci sfida i numeri 81-82 delle nostre Costituzioni: ‘l’Eucaristia si ripercuote su tutto ciò che siamo e su tutto ciò che viviamo… ci rilancia di continuo sulle vie del mondo al servizio del Vangelo.”

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter