15 marzo 2016
15 mar 2016

Caritas Roma: “Ero forestiero e mi avete ospitato”

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

caritas-copia

Il 4 marzo primo venerdì del mese, venerdì dehoniano nella nostra casa generalizia e collegio internazionale di Roma, il P. Leo Heck, supeiore Locale, insieme al P. Carlos E. Caamaño Vicario Generale, si sono incontrati, con il Sr. Lorenzo Chialastri, incaricato dei migranti e profughi della Caritas Diocesana a Roma.

Lui ci ha comunicato il suo progetto sulla realtà della migrazione in Italia, soprattutto per quelli che arrivano come rifugiati politici.

Loro lavorano nelle diverse fase della accoglienza. La prima fase è quella dell’emergenza per quanti arrivano in precarie condizione di vita. In questa fase si facilita l’aiuto dando un tetto, i vestiti, le cure sanitarie, il cibo. In queste fasi si cerca di capire la condizione del migrante, non tutti vengono riconosciuti come esiliati politici, per questo si avvia un processo bilaterale con il paese di provenienza.

La Caritas Diocesana nel suo progetto di aiuto ai migranti vuole facilitare il processo di integrazione nella realtà italiana, uno dei primi obbiettivi è aiutarli a imparare l’italiano perché possano capire la cultura e favorire l’integrazione. Questo lavoro non è facile, alcuni arrivano con poca esperienza di studio.

Una seconda fase è aiutarli a trovare un lavoro perché nel processo di integrazione crescano nell’autonomia. In tal senso il peggiore aiuto a un migrante è il paternalismo, perché lo rende disabile.

Nella terza fase, le persone che hanno fatto tutto il processo di integrazione, ricevono una casa perché possano crescere nell’autonomia. Dopo avere trovato lavoro, viene ospitato in una casa religiosa, parrocchiale, o in un luogo debitamente predisposto secondo la legge prescritta dal governo italiano.

In questo tempo la Caritas Diocesana offre la sua esperienza, anche di personale, per accompagnare tutti quelli ricevono alloggio in qualsiasi struttura ecclesiale.

Per accompagnare quelli che accolgono e gli stessi volontari vengono proposte tematiche di riflessione e formazione spirituale, teologica, biblica pastorale.

Per ulteriori informazione consultare: http://www.caritasroma.it/2015/10/ero-forestiero-e-mi-avete-ospitato/

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter