22 febbraio 2016
22 feb 2016

Olanda e Belgio tra sfide e speranze

email email whatsapp whatsapp facebook twitter versione stampabile

AS-LanakenNella nostra Congregazione abbiamo Distretti, Regioni e Province. Ma non solo! Abbiamo anche una confederazione; è la Confederazione NLV, un insieme delle province olandesi e fiamminghe. Attualmente, sono circa 80 i dehoniani che vivono nella Confederazione NLV, mentre 50 anni fa erano quasi 1.000 i dehoniani di queste due province!

AS-Nijmegen-1Il Consigliere Generale p. Artur Sanecki, che ha recentemente effettuato la sua prima visita nella Confederazione ci dice che: “E’ ancora possibile vedere chiaramente i segni dell’enorme lavoro fatto in passato, primo fra tutti i grandi monasteri e le scuole, impressionanti per la loro imponenza”. P. Artur ha avuto la possibilità di parlare con il provinciale, P. Koos de Rooij, e con altri confratelli, e ha visitato alcune nostre case in Belgio e Olanda. Questa breve visita è stata più che sufficiente per comprendere quanto sia importante il contributo che i dehoniani di questi due paesi hanno dato alla Congregazione.

AS-Nijmegen-2Fino ad ora le tre attività principali delle province olandesi e fiamminghe sono state le parrocchie, le scuole e il lavoro sociale. Molti membri di queste province, sono morti nelle missioni all’estero; sono ancora presenti, in tutti i continenti nei quali la Congregazione si trova oggi.

Attualmente la presenza più significativa della Confederazione NLV in Olanda è a Breda (la casa provinciale), a Nijmegen, ad Asten e a L’Aia. In Belgio, i dehoniani sono a Bruxelles, a Tervuren e a Lanaken. Alcune delle case sono dedicate agli anziani (Asten, Nijmegen), mentre le altre sono collegate con le scuole (L’Aia, Tervuren e Lanaken). C’è anche, ovviamente, la casa di Bruxelles; in passato è stata la casa generale e il centro per le missioni, con la “Camera Dehon” e il Museo delle Missioni Dehoniane. Responsabili di questa casa sono due le province – NLV e EUF.

AS-Nijmegen-3La situazione attuale della Confederazione NLV non è facile. I cambiamenti nella Chiesa e nella società locale, il crescente relativismo e una certa diffidenza verso la chiesa, l’invecchiamento dei sacerdoti e fratelli, aggravata dalla poche nuove vocazioni, rendono difficile l’ottimismo. In effetti, molti nostri confratelli, stanno pensando alla ineluttabilità della chiusura delle province Dehoniane in questi paesi, in un prossimo futuro. Allo stesso tempo però, alcuni confratelli iniziano a cogliere segnali positivi, soprattutto grazie alle giovani coppie e agli studenti, che stanno tornando in chiesa; una novità rispetto alla situazione di qualche anno fa. In un colloquio avuto durante la sua visita P. Sanecki ha raccolto questo segno di ottimismo: “Una dehoniano è convinto che questo sia il momento favorevole per avviare un nuovo tipo di servizio nel paese, partendo dalla buona esperienza di cooperazione internazionale, che si sta portando avanti nella Congregazione. Ma per questo, ha aggiunto, abbiamo bisogno di pregare ancora di più”.

La Confederazione NLV, con la sua grande storia e con le sue sfide attuali, rimane parte della grande famiglia della Congregazione. La Confederazione non deve sentirsi sola, sia nelle sue sfide che nella preghiera.

AS-Turvuren

AS-Turvuren 2

 

Iscriviti
alla nostra newsletter

ISCRIVITI

Seguici
sui nostri canali social

 - 

Iscriviti
alla nostra newsletter