07/07/2020

Le Commissione Teologiche Dehoniane

2020-07-07a

Per questo mese, luglio 2020, è previsto un importante incontro teologico dehoniano. Si tratta del seminario teologico triennale, che, secondo i piani originari, doveva svolgersi a Yaoundé, in Camerun, nei giorni 12-17 luglio. A causa della pandemia di coronavirus, il seminario non potrà essere svolto sul luogo, ma i suoi lavori si svolgeranno a distanza, usufruendo dei moderni mezzi della comunicazione On-line.

La preparazione e la realizzazione del seminario triennale entrano nei compiti della Commissione Teologica Internazionale Dehoniana e delle Commissioni Continentali Dehoniane. Avvicinandosi al seminario teologico 2020, sembra un momento opportuno per ricordare la storia della creazione e del lavoro di questa “rete della riflessione teologica dehoniana” negli ultimi anni.

2020-07-07b

La Commissione Teologica Internazionale Dehoniana (CTID) è stata creata nel 2014. Secondo gli statuti, la Commissione è al servizio del governo generale della Congregazione SCJ, che è responsabile del mantenimento e dello sviluppo del patrimonio carismatico, offrendo il proprio contributo alla riflessione e alla ricerca scientifica. In questo modo, il CTID collabora con il governo generale per promuovere la riflessione teologica e approfondire il carisma dehoniano nel contesto contemporaneo. La Commissione promuove anche la ricerca e la riflessione teologica della Congregazione, condividendo questo obiettivo con le Commissioni Teologiche Continentali. Infine, la Commissione collabora con il Centro Studi Dehoniani (CSD), svolgendo il ruolo di comitato teologico di questo centro.

Di solito, il CTID si riunisce una volta all'anno presso la sede del CSD a Roma. Gli incontri annuali offrono un'importante opportunità per lo scambio di esperienze e riflessioni sulle attuali questioni di lavoro tra i membri. Possono anche diventare una piattaforma di lavoro per valutare e migliorare lo stato dell'apostolato intellettuale e degli studi all'interno della Congregazione. 

2020-07-07c

L'incontro annuale è un momento opportuno per la definizione e per il primo approccio ai temi proposti per un'elaborazione teologica. Questi temi vengono posti dal governo generale o dai membri della stessa Commissione. Negli ultimi anni, i temi proposti erano ad esempio: la misericordia sociale, l'aspetto sociale del carisma dehoniano, il Sacro Cuore come un tema teologico, il concetto di puro amore nella mente di Dehon, Sint unum dehoniano, il tema della sinodalità. Un punto stabile in ogni incontro annuale è quello di condividere lo stato di avanzamento dei lavori delle varie commissioni continentali.

Lo sviluppo e la promozione della riflessione teologica dehoniana a livello continentale è stato, infatti, affidato alle commissioni teologiche dehoniane continentali. Ognuna di queste commissioni ha una sua storia, diversa nella creazione e nel lavoro compiuto.

Anche se i teologi delle diverse entità dehoniane dell’America del Sud s’incontravano regolarmente già prima, una commissione teologica continentale è stata costituita in modo formale nell’anno 2015. La commissione ha elaborato un efficace metodo di lavoro attraverso frequenti sedute on-line e annuali incontri presenziali. Tra le tematiche di lavoro apparivano le seguenti: misericordia sociale, devozione, inculturazione, teologia del popolo, Sint unum nella prospettiva sociale.

2020-07-07d

Lo statuto della CTDEU è stato approvato nel marzo 2016, durante l’incontro dei superiori delle entità europee SCJ a Clairefontaine. La commissione s’incontra una o due volte all’anno, abitualmente a Roma. Tra le tematiche di lavoro che hanno occupato la commissione negli ultimi anni abbiamo: la misericordia, l’apocalittica, la devozione. Si è proposto anche, e si è incominciato a elaborare, un Dizionario dehoniano. Si tratta di un vocabolario dehoniano aggiornato, che potrebbe diventare uno strumento di aiuto nell’area formativa della congregazione e nel consolidamento della spiritualità dehoniana.

Nel settembre 2015, per la prima volta, si è radunata la Commissione Teologica Dehoniana dell’Africa (CTDAF). La commissione s’incontra una volta all’anno. Fino adesso i luoghi dell’incontro presenziale sono stati: Congo, Camerun, Madagascar, Repubblica Sud Africa. Tra le tematiche di lavoro appaiono: la riconciliazione e riparazione sociale, la migrazione e il dialogo, inculturazione e devozioni popolari.

Nel mese di ottobre 2016, durante la riunione dei consigli nordamericani a Scarborough (Ontario), è stato deciso di creare una Commissione Teologica Dehoniana dell’America del Nord (CTDAN). Provincia USA e Regione di CAN hanno delegato 2 membri ciascuna, creando così una commissione di 4 membri. Gli incontri sono organizzati una o due volte all’anno, in Canada o negli Stati Uniti. Nel suo lavoro di questi ultimi tre anni la commissione si è concentrata, tra gli altri, sullo studio del ‘pure amour’ nel pensiero di Dehon, sulla riflessione sul Sacro Cuore come un simbolo di trascendenza rivelata e sulle possibilità delle diverse applicazioni nell’ambito dell’impegno sociale di Dehon.

Infine, il 1° dicembre 2016, durante il loro raduno a Roma, i superiori maggiori dell’Asia hanno deciso di creare una Commissione Teologica Dehoniana Asia (CTDAS). Nel suo lavoro durante questi anni, la commissione si è concentrata sulle diverse tematiche, come: il Cuore di Gesù aperto ai feriti, ecologia della enciclica Laudato si’, Riconciliazione e dialogo in Asia. La commissione ha riflettuto anche sulle esigenze del settore della formazione dehoniana nel continente asiatico e sul tema del Sint unum nel contesto delle sfide ecologiche in Asia.

2020-07-07e

Negli ultimi anni, il lavoro fatto all’interno della “rete della riflessione teologica dehoniana” si è materializzato nelle diverse pubblicazioni, negli incontri e nei seminari organizzati. Le proposte per lo sviluppo futuro si concentrano sulla continuazione del lavoro delle commissioni teologiche e sulla collaborazione tra i centri universitari dehoniani. Il recente incontro di rappresentanti delle università dehoniane, tenutosi a Roma nel febbraio 2020, è un buon segno di questa dinamica. Resta quindi la speranza che il futuro sarà il momento di avanzamento del lavoro svolto nell'ambito della riflessione teologica dehoniana, che rappresenta un servizio così caro a padre Léon Dehon: un servizio alla verità.

 

Artur Sanecki, scj